attrazioni principali

Il Taj Mahal è ampiamente considerato uno degli edifici più belli mai creati. La squisita struttura in marmo di Agra, in India, è un mausoleo, un monumento duraturo all’amore di un marito per la sua moglie preferita. 

È anche un eterno testamento delle realizzazioni artistiche e scientifiche di un ricco impero. Shah Jahan, “il Re del Mondo”, prese il controllo del trono dell’Impero Mughal nel 1628 innamorato della regina che aveva soprannominato Mumtaz Mahal o “Prescelto uno del palazzo”.

I poeti della corte di Agra a Mughal affermarono che la sua bellezza era così che la luna nascose il suo volto per la vergogna davanti a lei. I Mughal erano all’apice del loro potere e della loro ricchezza durante il regno di Shah Jahan, e il ricco gioiello indiano di gemme preziose gli procurava molta ricchezza e potere. Ma era impotente a fermare la morte di Mumtaz Mahal durante il parto nel 1631. La leggenda narra che lo legò con la promessa di un parto a morte per costruirla la tomba più bella mai conosciuta.

giardini ornamentali

I giardini ornamentali sono disposti lungo le linee classiche di Mughal charbagh (giardino persiano formale) – un quadrato squarciato da corsi d’acqua, con al centro un basamento di marmo ornamentale. Quando le fontane non scorrono, il Taj si riflette magnificamente nell’acqua.

l’edifico stesso

Il Taj Mahal stesso si erge su una piattaforma di marmo rialzata all’estremità settentrionale dei giardini ornamentali, con le spalle al fiume Yamuna. La sua posizione rialzata significa che lo sfondo è solo il cielo: un capolavoro del design. Minareti bianchi puramente decorativi alti 40 m si adattano ad ogni angolo della piattaforma. Dopo più di tre secoli non sono abbastanza perpendicolari, ma potrebbero essere stati progettati per inclinarsi leggermente verso l’esterno in modo che, in caso di terremoto, si allontanassero dal prezioso Taj. La moschea di arenaria rossa a ovest è un importante luogo di ritrovo per i musulmani di Agra. L’identico edificio ad est, la jawab, fu costruito per simmetria.

La struttura centrale

La struttura centrale del Taj è realizzata in marmo bianco semitrasparente, scolpito con fiori e intarsiato con migliaia di pietre semipreziose in bellissimi disegni. Un perfetto esercizio di simmetria, i quattro volti identici del Taj sono caratterizzati da imponenti arcate a volta impreziosite da pergamene in pietra dura e citazioni dal Corano in uno stile calligrafico con diaspro intarsiato. L’intera struttura è completata da quattro piccole cupole che circondano la famosa cupola centrale a bulbo.

il Cenotafio di Mumtaz Mahal

Direttamente al di sotto della cupola principale si trova il Cenotafio di Mumtaz Mahal, un’elaborata falsa tomba circondata da uno squisito schermo in marmo perforato intarsiato con dozzine di diversi tipi di pietre semipreziose.

il Cenotafio di Shah Jahan

Accanto a esso, compensando la simmetria del Taj, è il Cenotafio di Shah Jahan, che fu sepolto qui con poca cerimonia dal suo figlio usurpatore Aurangzeb nel 1666. La luce è ammessa nella camera centrale da schermi di marmo finemente tagliati. Le vere tombe di Mumtaz Mahal e Shah Jahan sono in un seminterrato chiuso sotto la camera principale e non possono essere viste.